Il mondo non è comprensibile, ma è abbracciabile.

Quasi Sia

Quasi sia” è un’espressione salentina bellissima e incomprensibile ai più.

Noi la utilizziamo per indicare una condizione che abbiamo ben chiara nella nostra testa e per cui non troviamo le parole adatte, quelle perfette per “farci arrivare a destinazione”.

Ma mi stai dicendo che quasi sia sei diventata una sincera democratica?

Per me è un “movimento” più veloce della parola, uno slittamento di senso tra quello che non riusciamo a dire e quello che sentiamo.

È anche un sentimento che, in quanto tale, è per lo più indicibile: di partecipazione, empatia, curiosità, interesse. Ironia, anche.

Ecco perché “quasi sia” è  una promessa e una proiezione. Dice: non trovo le parole perfette ma ti porto alla finestra per mostrarti quello che ho in testa. E nel cuore.

Amo il mio “Quasi Sia” appeso all’ingresso di questa casa di pensieri e parole sul “webbe”.